Conferenza FIRE sui SGE tra novità e buone pratiche si chiude l’edizione 2017

Il CTI ha avviato un nuovo gruppo di lavoro CEN/CLC e Nazionale «Financing tools for energy efficiency». Altro gruppo di lavoro avviato a cui partecipa anche FIRE è il JWG9 sugli energy monitoring plan.

Interessanti gli interventi degli sponsor che hanno sostenuto la Conferenza (HERA – ENEL –  Certiquality – Hitachi -Rödl & Partners) e che hanno illustrato in aula, assieme ad altre aziende (ENI Power, ABS, Comune di Folgaria ed un EGE SECEM), la loro esperienza legata ai SGE. Comune denominatore è la sensibilità agli aspetti ambientali e di risparmio energetico, l’attenzione ai consumi ed alla formazione, la presenza in alcune realtà di una figura che funge da referente energetico tra i vari reparti. In molte di queste aziende troviamo un energy team, un sistema di gestione integrato già presente, dove la ISO 50001 si è andata ad inserire perfettamente. Le best practice illustrate hanno evidenziato come una buona conoscenza della normativa e dei sistemi di business possono portare a risultati di successo.
Un tavolo di discussione tra FIRE ENEA ACCREDIA e CTI ha chiuso la Conferenza. Di rilievo l’introduzione alla ISO 50003 che entrerà in vigore tra qualche mese. Una criticità legata alla norma sta nella definizione di complessità energetica dell’organizzazione da certificare: consumo totale di energia, vettori energetici sottesi agli usi e gli usi energetici significativi. Relazionare i dati riferiti a tali criteri non è di facile realizzazione.
Alcune conclusioni. I risultati sui sistemi di gestione di energia si sono avuti, nonostante le criticità. Si sono registrati successi dal punto di vista organizzativo oltre che economico e nel campo della formazione continua in azienda del personale. Si è capito che puntare sulla pianificazione degli interventi porta ad un miglioramento delle attività. In tutto ciò si consolida il ruolo del top management: se viene a mancare non si può avere un buon sistema di gestione energia.

Scarica gli atti della Conferenza